Vademecum per scegliere un Coach


Quando rivolgersi ad un Personal Coach

[ espongo di seguito le principali esigenze di chi si è rivolto a me fino ad oggi dal 2003   ]
  • Quando il tempo non basta mai e si trascurano salute e affetti
  • Quando  si è ad un bivio della propria vita lavorativa e personale
  • Quando si rimandano di continuo gli obiettivi
  • Quando si rimanda di continuo i propri impegni
  • Quando si vogliono raggiungere obiettivi sfidanti
  • Quando ci si ritrova isolati in azienda senza sapere perché
  • Quando si è scontenti del proprio lavoro, ma non si sa come muoversi
  • Quando si vuole migliorare la propria situazione sentimentale
  • Quando si vuole sviluppare il proprio talento

 

I 10 elementi che contraddistinguono un intervento di Coaching

  1. Si lavora per obiettivi. In particolare obiettivi specifici, temporizzati e misurabili
  2. La durata è prestabilita. Viene concordata preventivamente con il coachee
  3. Equità di ruolo. Coach e coachee  sono sullo stesso livello.
  4. Il coaching è una partnership tra eguali
  5. Il coach pone domande [ non fornisce consigli ]
  6. il Coach è l’esperto del processo che guida i comportamenti del coachee. Il coachee è l’esperto dei contenuti della situazione. Insieme diventano esperti riguardo la miglior soluzione per il coachee
  7. Piano d’azione. Il coach non prescrive cure, ma sviluppa con il coachee un piano d’azione.
  8. C’è piena corresponsabilità del coachee nel produrre il  risultato desiderato. Il Coach non è responsabile del raggiungimento dell’obiettivo del coachee
  9. Il Coach porta il coachee a vedere le  opportunità celate dietro i problemi
  10. La relazione di coaching ruota intorno all’obiettivo del coachee: la sua corretta individuazione e la strada per raggiungerlo

 

Criteri principali per la  scelta di un personal coach

  • didattica utilizzata
  • scuola di provenienza
  • certificazione ICF
  • specializzazione (life / executive)
  • riconoscimenti
  • formazione di base ( umanistica / scientifica)
  • anni di esperienza
  • buona fama
  • compenso
  • occupazione ( professionale / saltuaria )

 

Criteri principali per la  scelta di un persorso di coaching

  • accreditamento ICF – International Coach Federation
  • preparazione al test CKA [ Coaching Knowledge Assessment ] , necessario per ottenere la certificazione ICF
  • possibilità di farsi supervisonare durante l’attività di coaching post corso ( Mentoring )
  • accompagnamento fino all’ottenimento del certificato ICF
  • possibilità di cumulare le ore di pratica previste da ICF per l’accreditamento
  • didattica fondata su un metodo preciso ( es: neuroscienze, analisi transazionale …)
  • rapporto Teoria / Pratica ( ottimale è 30% teoria | 70% pratica )
  • qualità dei feedback individuali e mirati forniti dal Trainer Coach ad ogni allievo
  • profilo professionale del Responsabile Didattico e del Docente
  • chi materialmente conduce i corsi ( docente o assistenti )
  • sbocchi offerti ( life / executive / entrambi )
  • anni di attività
  • riconoscimenti ricevuti
  • formazione di base ( umanistica / scientifica)
  • buona fama
  • numero di edizioni del corso già erogate negli anni
  • possibilità di assistere al corso prima di effettuare la scelta
  • livello di prezzi

 

Tipologie di interventi di coaching

  • EXECUTIVE Coaching:  rivolto ai manager per lo sviluppo di singole competenze
  • CORPORATE Coaching: richiesto da una società per migliorare il clima / produttività delle risorse umane
  • BUSINESS Coaching:  richiesto da imprenditori o studi professionali per migliorare la redditività
  • LIFE Coaching : richiesto da privati per migliorare una o più aree della propria vita..

.

PER LE AZIENDE CHE SCELGONO LA FORMULA COACHING +  FORMAZIONE

Differenza tra Coaching e Formazione
LA FORMAZIONE
E’ una  forma di Istruzione Passiva, che si traduce in un aumento di conoscenza.  La sua efficacia dipende in buona parte dall’esperienza pratica del formatore, dalla disponibilità effettiva della persona in training e dalla sua memoria.
La formazione trasferisce conoscenza (istruzione) ed il livello di competenze si eleva di circa il 30%, per attestarsi nel medio lungo periodo intorno al 15% .
IL COACHING
E’ una forma Educazione Attiva, che si traduce col tempo in un aumento di competenza . Ogni persona allenata è stimolata a dare il meglio mentre compie il suo lavoro , convinta che il modo di agire programmato con il coach sia il più efficace ed efficiente nel suo interesse e in quello della azienda. Per questa ragione i risultati si osservano da subito nell’azienda e sono immediati. Sono questi cambiamenti che fanno la differenza della performance e arricchiscono la società.
Il Coaching produce un aumento di competenze pari al 50% al termine del ciclo di sessioni individuali, per arrivare a livelli di miglioramento tra il 70% e l’80% nei 6 mesi successivi. Ciò è possibile perchè il coachee è assistito regolarmente e con mertodo , affinchè metta in pratica con impegno quanto ha appreso.
Grazie al coaching, in azienda il manager è portato a condividere visione, missione, valori  e strategie aziendali perché vede valorizzato il proprio potenziale umano.
La formazione si esaurisce col tempo, il Coaching col tempo dà i suoi frutti migliori.
 .

Consulta la presentazione di
© TCS Training & Coaching System
Il metodo p
rogettato da Rf.coach, per rispondere alle esigenze delle aziende che richiedono Training + Coaching